– Emily Dickinson – 252 – (da “Silenzi”) –

252

Son capace di passare a guado il dolore –
Stagni interi di dolore –
Ci sono abituata –
Ma se appena la gioia mi spinge e mi sfiora
le gambe non reggono –
e barcollo – ubriaca –
Non un ciotolo – sorrida –
è stata colpa del nuovo liquore –
Nient’altro!

Potere non è altro che dolore –
In disciplina incagliato,
e finché i pesi – saranno sospesi
date balsami – ai giganti –
ed essi avvizziranno, come fossero uomini –
Date loro l’Himalaia –
Quello certo, lo sapranno reggere.

– Emily Dickinson  – Silenzi –

cbc5659ef1dac8fab1046f534a88f27d

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a – Emily Dickinson – 252 – (da “Silenzi”) –

  1. ombreflessuose ha detto:

    Amo Emily, le sue poesie sono mondi a parte
    Buona settimana
    Mistral

  2. venereisterica ha detto:

    Piace molto anche a me la Dickinson🙂

    • parolesenzasuono ha detto:

      definirla potessa è riduttivo …
      la ritengo una sorta di mistica, le sue poesie potrebbero essere al traccia per meditazioni guidate, per visualizzazioni …

      bello, grazie del passaggio

  3. LuceOmbrA ha detto:

    continuo a rileggerla…
    Touché

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...