Emilie Vast – Storia di un albero

si parla spesso di ecologia, la si fa in tante maniere

ultimamente mi è stata proposta l’ipotesi di una “ecologia del profondo”, che parte dal rapporto che si ha con se stessi al fine di rivedere il rapporto che si ha con il fuori da noi, nei riguardi degli altri e della natura

“per caso” domenica mattina mi sono imbattuto in un testo bellissimo, per bambini dai 4 anni, e me lo sono regalato

parla di un albero che cresce, provvede, accoglie, unisce, attende…

le stagioni cambiano gli scenari, e lui è lì, ad affrontare il tempo e ciò che esso porta…

una metafora bellissima della vita, anche

l’autrice chiude il racconto con un “e di nuovo…”, rimandando al ciclo della vita

rarissime parole, disegni molto belli

molti motivi di riflessione, mi hanno fatto tornare alla mente una citazione a me cara

Non credo che vedrò mai una bella poesia come un albero.  (A.J. Kilmer)        

davvero.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Emilie Vast – Storia di un albero

  1. germogliare ha detto:

    L’ho letto ieri, e per un attimo ho sperato che sarebbe meraviglioso se la tutela degli alberi divenisse azione di massa per qualsiasi credo.
    http://www.repubblica.it/ambiente/2012/08/09/news/alberi_citt_cemento-40625027/
    Trovo che, chi sa godere di un libro per bambini, così come chi sa comunicare ai bambini, abbia già in atto un “ecologia del profondo”.
    un saluto

  2. stileminimo ha detto:

    sta storia dell’albero fa pensare nel modo che è solo dei bambini… e che è quello giusto, in questo caso.

  3. m0ra ha detto:

    Che belle parole. La letteratura per bambini è strapiena di alberi come protagonisti. Penso alle ultime storie dell’Albero Giovanni per i piccolissimi, con belle illustrazioni di Nicoletta Costa.

  4. theallamente ha detto:

    bellissima riflessione, l’amore per la natura comprende ogni altra forma d’amore e gli alberi sono poesia.
    baci

  5. tramedipensieri ha detto:

    Penso sia uguale a quello che mi son regalata io qualche anno fa: Shel Silverstein – L’Albero.
    “Un albero si innamora di un bambino. Un bambino si innamora di un albero. L’albero gli regala i suoi frutti. Il bambino gioca con le sue fronde. L’albero lo ripara alla sua ombra. Il bambino cresce, diventa sempre più esigente. L’albero invece è sempre lì, immutabile e disponibile. Felicità, tristezza, amore avrebbero potuto essere sentimenti vissuti allo stesso modo da un uomo e da un albero, poiché entrambi sono parte della natura. Ma gli equilibri sono stati alterati e l’amore incondizionato, la capacità di donare e di accettare l’altro in qualsiasi fase della sua vita sono rimaste prerogative di pochi: dei veri eroi del nostro tempo.”
    Ma la cosa straordinaria sono i disegni. Pochi tratti, pochi righe per dare l’idea della grandezza nella semplicità.
    Ciao
    .marta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...