02 giugno

 

più del seguito alla cerimonia al paesotto,

più dei ricordi personali legati al tricolore,

più di tutto, una immagine mi è rimasta dentro, sabato: una bandiera appesa da una finestra di un palazzo di una decina di piani, un tricolore scolorito, tanto che mi sono chiesto “chissà quante ne ha viste quella bandiera”

di certo avrà visto una Italia ben differente dalla attuale, tenendo conto anche dell’accelerazione nei cambiamenti sociali che sono intervenuti negli ultimi quindici-venti anni

ne parlavo proprio sabato pomeriggio di come nel  1994 andavo a fare la fila fuori dalla cabina telefonica per contattare la fidanzata

o di come, era solo il 1997, la battitura della tesi di laurea con il PC (della fidanzata) era per me un quasi-miracolo, Deus ex machina, in quello scatolone gigante che occupava l’intera scrivania

oggi con il blackberry pare che telefonare sia la funzione meno utilizzata di quell’oggetto, va bè

e allora quando sabato abbiamo appeso al balcone la nostra bandiera, suggerivo a mio figlio che un giorno sarebbe stato lui a fare la stessa cosa con i suoi bimbi

e chissà che Italia vivranno, loro

non sono pessimista, ci mancherebbe, vero anche che è difficile riuscire ad immaginare il nostro Paese tra trenta o quaranta anni

è anche questa una sensazione legata all’essere genitori: toccare il futuro senza sapere cosa esso incontrerà

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a 02 giugno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...