fai buoni sogni / massimo gramellini

se perdessi la madre a nove anni,

se per quaranta anni ti venisse raccontato della sua malattia che la portò via prematuramente (“il cuore non resse”) e del suo amore per te sino all’ultimo istante,

se dopo quaranta anni una amica di famiglia ti facesse leggere un trafiletto del giornale locale in cui si descrive il suicidio ed il ritrovamento del corpo di lei e ti svelasse della sua paura per il dolore che le portò via anche l’amore per la famiglia,

se ti crollasse tutto addosso,

se dovessi riprendere in mano le fila della tua vita, cercare di comprendere chi ha voluto che tu vivessi in un mito che non era, per amore

se ti accorgessi della caparbietà con la quale non hai mai osato dubitare nè porti domande più approfondite

ecco, questo è quanto questo libro mi ha trasmesso

una autobiografia dell’autore, in una Torino di un decennio prima della mia nascita, ma i luoghi sono quelli, così come il carattere dei torinesi (“si ha l’abitudine a gridare a bassa voce” si dice ad un certo punto…)

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

9 risposte a fai buoni sogni / massimo gramellini

  1. lucianaele ha detto:

    E’ già nella lista dei prossimi libri.
    Lo voglio senz’altro leggere…….
    Buon pomeriggio,
    Luciana

  2. arielisolabella ha detto:

    ahhh no mi e’bastato garofiglio …..ma stai per invecchiare o sbaglio???? ..beh allora divertiti un po’ va…:-)

  3. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Buon Compleanno caro Sergio, che sia questo tuo nuovo anno pieno d’amore, salute e gioia. I miei sinceri auguri in sincera amicizia Rebecca

  4. theallamente ha detto:

    come, buon compleanno !?!!!???? veramente intendevo scrivere tutt’altro, poi ho visto il commento precedente e… beh… mi associo agli auguri!!

    volevo dire che è già il secondo post in cui m’imbatto che parla del libro di Gramellini. Segno che si tratta di un libro “importante”, di quelli che lasciano traccia in chi lo legge. Sarà quindi bene provvedere…
    grazie, baci

    • parolesenzasuono ha detto:

      grazie degli auguri!

      ***

      ogni libro ho un destinatorio diverso pur essendo lo stesso testo
      ed ognuno legge un libro differente pur leggendo le stese righe

      è la ricchezza della unicità degli esseri umani

      è il nostro trascorso che ci fornisce una chiave di lettura diversa e assolutamente individuale

  5. germogliare ha detto:

    le tue parole mi portano a cercarlo questo libro.
    Auguri! e cose buone per te…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...