eva navarro

Eva Navarro (born 1967) is a Spanish painter living in Madrid, Spain.[1] She has a Bachelors Degree in Fine Arts from the Universidad Complutense de Madrid. Her work is considered part of the Spanish New Figurative Art Movement. She has mostly exhibited in Europe and the United States.
Eva’s work has been described as “vivacious, uncomplicated and energetic, as well as being full of extraordinary colour”. Basic elements such as movement, space, action and time, all expressed through the human figure, are reflected in her work. The Boston Globe has written that “she explores the concept of time, with long shadows lingering across paintings”. The characters that Eva uses for her paintings are people that have crossed paths with her in different locations around the world. They stand in seas of exceptional colour and are painted with a sharp realism. The characters are also washed in sun, casting shadows across the canvas. Their faces are tucked or hidden away from the viewer, creating a very deliberate emotional distance. “She photographs people on the streets, then isolates them against bold monochromatic backdrops. We rarely see their faces, though we may see the same figure again, moving forward, casting vivid shadows. They could be anyone; they could be you, and that tension between identity and anonymity is compelling.”

Eva’s recent work has been livelier, more colourful, more optimistic and more playful than ever before. In particular, she has been portraying the innocence and simple pleasures of childhood, to be seen in such works as ‘Hanging’, which celebrates a particular moment in time.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a eva navarro

  1. fab ha detto:

    la raffigurazione è bella…due che si tengono per mano e vanno in giro. Insieme, fondendo le ombre

  2. Sonja A. ha detto:

    Essenziale, pulito…forse un po’ troppo preciso e fotografico.
    Bello il gioco delle ombre che si fondono a interpretare le anime dei due personaggi anche se in realtà ho l’impressione che osservino prospettive differenti e che ci sia conflittualità in quella passeggiata, quasi uno si opponesse all’altra sulla meta da raggiungere.
    Lo sfondo però è piuttosto finto e statico, da più l’impressione di un fondale cinematografico che di un nucleo urbano pulsante di vita.

    • parolesenzasuono ha detto:

      bè, a me piaccciono molto i dettagli delle pieghe degli abiti, ad esempio, molo ben fatti, di un realismo massimo—

      credo che lo stacco tra sfondo statico e coppia dinamica sia cercata—

      a sottendere due realtà differenti—

      non contrastanti, però—

      (avere due prospettive distinte e distanti non vuol dire non essere Uniti—)

  3. mizaar ha detto:

    mi piace molto la pittura iperrealista americana. magari ti conviene dare un’occhiata a questo

  4. semprevento ha detto:

    …di una precisione impressionante…
    a volte mi vien da pensare…
    dietro ogni quadro possibile ci sia tutto questo
    meticoloso ricercare la ragione , il motivo , il concetto…
    l’essenza, la complicità…il movimento…
    Entrare nella mente dell’artista…motivare, interpretare,
    e a volte proteggere il significato di un gesto apparentemente
    semplice.
    Questo dipinto è molto bello per la sua tecnica…ma non rientra nei
    miei preferiti. Io adoro la delicatezza di Monet.
    Ciao Sergio, spesso ti perdo…ma poi ti ritrovo…
    e ti scopro ricercatore di significati…
    vento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...