facciamoci un po’ di S-CAZZI altrui

credo che lo sport nazionale non sia il calcio piuttosto il voyeurismo

complice anche certo “giornalismo” che anziché limitarsi al fare “cronaca” fa altro legato ai dati di share…

tutti comodi per l’appuntamento delle 20:00 dove in rapida carrellata potremo assistere alle più truci storie, altro che CSI e similari

ben comodi, con pargoli e consorti, eccoci magari di fronte ad un piatto fumante e l’intervista al parente di turno che mediamente dopo dieci giorni si scoprirà essere in realtà l’omicida

ok

ok

buon appetito

S

ps: ecco perchè a casa nostra non si guarda mai la TV quando si mangia (non solo per quello, però…)

 

ecco un brano di Renato Zero molto attuale sebbene di qualche annetto fa:

http://www.youtube.com/watch?v=HT5EImgYRCY

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a facciamoci un po’ di S-CAZZI altrui

  1. Lilla ... ha detto:

    purtroppo le trasmissioni che dici tu ci sono a tutte le ore … e non solo a colazione, pranzo e cena … ma anche ai due spuntini di metà mattina e metà pomeriggio … 😦 … o non si accende proprio la tv, o si fa incetta di dvd … altrimenti si rischia di rimanere digiuni!!

  2. Sonja A. ha detto:

    Pure a casa mia non voglio saperne di tv in cucina, perchè perlomeno a tavola quelle poche volte che riesco a ritrovarmi in famiglia voglio lasciar fuori dalla porta il lavoro, la cronaca nera e le preoccupazioni, per godermi in santa pace una bella chiacchierata e i buoni piatti che cucina la mia mutty. Purtroppo in mia assenza la regola viene infranta e non è una novità che le mie donne pasteggiano a orari differenti e in salotto, perchè c’è la disputa del telecomando e la corsa al programma preferito. (Per parafrasare i ‘Metallica’: ‘Sad but true’.)
    E io che sono sola soletta, quando non ceno in compagnia della radio accesa al massimo in tv mi concedo la visione di qualche stuzzicante programma di cucina.

    Non se ne può più di questo sezionare, scarnificare, scavare in questa triste vicenda.
    Era già capitato con il terremoto in Abruzzo e certi ‘giornalisti’ ancora una volta hanno ceduto allo squallido ‘fascino’ dello share snocciolando gongolanti i dati d’ascolto del proprio tg reclamizzandone l’edizione che annunciava la colpevolezza di Misseri.
    Motivo in più per non guardare la tv.
    Stasera l’accendo tardi, perchè c’è Chiambretti.
    Un po’ di sana evasione non guasta.

  3. AndrElly ha detto:

    … io la TV non la guardo più da tre enni, ormai.
    Uso lo schermo del televisore per vedermi i DVD o fare giochi.
    La televisione è VERAMENTE orrenda. Tutta, senza eccezione.

  4. Mena Kisses ha detto:

    Ciao Sergio, purtroppo il vojeurismo non è una prerogativa del calcio, ma ha invaso tutti i programmi televisivi ed per alcuni ne rappresenta proprio il fondamento (Il grande fratello).
    Non ho molto tempo per guardare la Tv, ma se capita preferisco guardare un buon film in DVD. In ogni caso, credo che la televisione stia veramente peggiorando, cadendo in basso, non solo nell’ambito di programmi intrattenimento, già di per sè trash, ma soprattutto in quei programmi di informazione giornalistica in cui maggiormente si dovrebbe garantire una reale esposizione dei fatti e non speculare sul dolore e le tragedie familiari o mondiali.
    Buon fine settimana Sergio…che sia per te ricco di tante cose belle…
    Ciao, Mena

  5. mizaar ha detto:

    è la tivù degli orrori, ne convengo!
    purtroppo il tigì di rai 3 delle 14 e 20 è l’unico della giornata che riesco a vedere e a quell’ora molto spesso stiamo ancora pranzando. ma è anche un modo per commentare con i figli e per sentire la loro opinione di quasi adulti.

  6. redrose75 ha detto:

    altro che giornalismo … tg … informazione …cultura …
    ormai in tv solo spazzatura
    sono riusciti a trasformare un delitto terribile in un reality…
    ecco … abbiamo toccato il fondo …

  7. semplicesai ha detto:

    ben detto “giornalismo”…una volta era davvero uno strumento di informazione ora è al servizio della disinformazione e dell’audience…”senza via di scampo”…

    …un giorno ho desiderato di fare la giornalista…era un sogno…il sogno è diventato realtà ma ho fatto retromarcia…non fa per me, purtroppo…

    Buona serata, Giovanna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...