lista delle mie ossessioni

  

sarà l’erba tagliata di fresco che emana quel qualcosa che mi riporta a quando aiutavo mio padre "a fare il fieno" , oppure le montagne che in questa stagione le tocchi con un dito e ti ricordano che esiste una magnificenza oltre la descrizione razionale, non lo so…

 

insomma, venendo al lavoro queste cose mi portavano a snocciolare la mia personale lista di ossessioni, come quando sgranavo le pannocchie per preparare la miscela alle galline

 

e allora mi è tornata alla mente quella citazione di Sri Satyananda per cui il significato del peccato è uno sperpero energetico…

ecco perchè, ad esempio, nell’induismo non esiste il concetto di "peccato", esiste solo l’esperienza…

 

in effetti lo vivo così, il dissipatore di me stesso: io, quando mi dimentico di me.

 

poi certo, ieri sera Cesare Pavese mi ha dato modo di riflettere, come sempre, con un passaggio semplice e così disarmante:

 

 

16 Ottobre 1938

 

Non si desidera di godere. Si desidera sperimentare la vanità di un piacere, per non esserne più ossessionati.

 

da “Il mestiere di vivere”

 

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a lista delle mie ossessioni

  1. dune mosse ha detto:

    ….e se poi lo si è per sempre?capita……….

  2. Dora ha detto:

    Ti riconosco in questi versi!!!credo sia normale……..si impara, sopratutto in questi spazi, che il dialogo più vero è: il monologo!Sperimentare è il mestiere di vivere. Il peccato è uno sperpero energetico, ma nella nostra cultura è portante per godere del piacere. Ciò che è dato non è mai veramente goduto, il peccato cosi come ci è stato dato permette noi misereri di godere

  3. Dora ha detto:

    ma nel godere, sempre per via della concezione del peccato non sperimentiamo veramente, il non sperimentare conduce alle ossessioni

  4. Dora ha detto:

    In tal senso non condivido Pavese ma l’induismo il quale liberando la mente dai parametri del peccato permette all’uomo di sperimentarsi nell’esperienza e da essa trarre!! Buon week 😉

  5. maria rosaria ha detto:

    il significato del peccato è uno sperpero energetico…ah quanta energia stiamo sperperando!! :-)Ciao

  6. Virginia ha detto:

    il " mio " adoratissimo cesare pavese!il peccato è solo una remora per tenere a bada le donne e i bambini. certo è peccato uccidere qualcuno, ma colui che ha alzato la mano per togliere la vita potrà obiettarti di avere avuto una motivazione forte per farlo. il peccato dunque soffre di visioni parziali e… di sprechi di energia!però non ho capito quale sia stato il percorso mentale che dalle pannocchie ti ha portato a pavese!:-D

  7. JACKMAX ha detto:

    quando un concetto diventa poesia…il desiderio ..l’ossessione..l’appagamento..quei pochi istanti in cui so è nel vertice della collina guardata..scalata..il tempo di un sospiro e si è di nuovo a valle…

  8. Amelie ha detto:

    l’esperienza è un bel concettose si capisce la scia che lascia…se si ripetono gli stessi erroriinvece non c’è esperienzama solo sperco.kiss.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...