vita in deroga

 

no, no, non sto chiedendo  di beneficiare di qualche legge ad personam, tanto di moda in questo Paese—

 

nè mi interessano sgravi fiscali, condoni edilizi, paradisi esotici ed altre inezie a favorire il "benessere", tanto osannato—

 

piuttosto una inosservanza, una dimenticanza, un ritorno alla non memoria, alla non presenza, proprio, si può?

 

una esenzione, dico, come per il ticket medico…

 

dico, pagando il giusto, dico, si può sparire?

 

come un fantasma ad indossare i miei abiti e la mia voce, il mio viso ed i miei slanci?

 

come in un film in bianco e nero, che non sai l’epoca in cui è stato girato se non per dettagli come l’orologio indossato o il modello di telefono utilizzato nei dialoghi…

 

che se già non sono, come potrei essere?

 

 

Davide Nesti, Uomo di spalle, 2008

 

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

17 risposte a vita in deroga

  1. ariel ha detto:

    c’e’stato un periodo della mia vita in cui "entravo"ed uscivo da me stessa per essere ..altroad un certo punto non riuscivo piu’a ritornare…ancora oggi quando ho la tentazione di ricominciare ricordo e mi fermo…non e’la stessa cosa tu mi dirai…vero ma i piani di fuga sono gli stessi ….nel loro nucleo di pulsione verso ..altro..^_^…la verita’e’che non ritornerei piu’.

  2. Harielle ha detto:

    Quando ero adolescente mi divertivo a credermi trasparente e la cosa talvolta durava per giorni…:)

  3. Paola ha detto:

    Io vedo solo un uomo di spalle ma sfuocato. Non è trasparente ne credo sia un fantasma…Buongiorno Sergio. Ti ripongo la domanda fatta in PVT stamattina a cui tu non hai risposto. Tutto bene? …. e non proseguo per la tanto amata privacy…

  4. evanescente ha detto:

    Certo che si può…basta volerlo sul serio…ma poi…il difficile è tornare indietro…

  5. ventodeldeserto ha detto:

    ……un disagio…..certo che è palese in te la voglia di sparire!!!ma questo perchè?errori? stanchezza?fastidi?o sensazione che tutto stia sfuggendo e che se anche ci metti dell’ottimismo……non accade nulla di nuovo sotto questo sole?le associazioni di idee son tante…..lungo elenco….ma alla fine ciò che rende umano il tuo pensiero è la foto……bellissima per altro…..buona giornata……vento

  6. Brazir ha detto:

    E chi lo dice che non sei?

  7. SolaMente ha detto:

    Essere o non essere, questo è il problema.Poi certo mi viene voglia di chiedere quant’ è il giusto.Tu lo sai?Non credo!Augurandoti di ritrovar te stesso, o di perderti definitivamente….un sorriso

  8. gabriella ha detto:

    mia madre mi insegnava la calma è la virtù dei forti chiuditi in una stanza e aspira inspira molto lentamente per cinque lunghi minuti è come sparire per un pò quando ritornerai sarà diverso spero ti sia utile questo consiglio ciao

  9. laura ha detto:

    se puede me no se deve!!!! non puoi ignorare. sparire è ignorare la tua creatività, gli altri. ho provato. è stato così brutto!

  10. sergio ha detto:

    mi spiace deludervi: questo post non è un modo per attirare la vostra attenzione nè i vostri preziosi consigli—è una cosa per me—un post-it,un promemoria,un appunto—certamente criptico, sì, ma non elemosinante attenzione—"io non esisto" è forse il più bel mantra che mi è stato proposto—

  11. SolaMente ha detto:

    Io sono, quindi esisto!!Spesso è l’incoscio che guida le nostre azioni.I post-it si attaccano sul frigorifero….o sul bordo del monitor….E in fondo se è qui che scrivi, e solo per pochi "amici" con cui, se ho capito bene, intrattieni anche piacevoli conversazioni, un motivo ci sarà…o ti rivolgi a qualcuno in particolare ( e bello sarebbe se avessimo il coraggio di mettere qui nome e cognome) e cmq hai bisogno che il TUO mondo virtuale sappia che, per come si capisce, stai attraversando un tuo momento particolare….Un’amica attenta te l’ha pure chiesto in pvt :-)E’ bello avere attorno persone che si preoccupano per noi…..non serve far finta di nn averne bisogno :-)Buona serata

  12. maria rosaria ha detto:

    oh, sìììì!! Anche io vorrei una vita in deroga a tratti! Che sarebbe bello poter sospendere per un pò tutto e sparire per poi ricominciare. E se potessi anche scegliere il periodo, sceglierei proprio questo..fine anno scolastico con una caterva di cose da fare :-)) Ma nun se può perchè altrimenti il "derogare" potrebbe trasformarsi in "abrogare"…e lì sarebbe dura!Mi sono permessa di scherzare un pò, spero non ti spiaccia :-)…e cmq sarebbe bella una vita in deroga, ma fino ad un certo punto, perchè sarebbe come non essere protagonosti di se stessi.Ciao

  13. Emanuela ha detto:

    Scusa Sergio, chi ti ha proposto il mantra "io non esisto" mi sembra al quanto labile, perchè tu esisti in ciò che doni…Basta anche una semplice parola e già sei…Buona giornata con un abbraccio.

  14. sergio ha detto:

    ***ci tengo a precisare che qualora io dedichi a qualcuno/a un mio post o qualora un mio post derivi dallo stato d’animo che una persona possa indurmi, è mia norma riferirglielo…non è questo il caso….qui parlo di un mio stato d’animo connesso ad una pratica di allontanamento dal proprio centro, normalmente definita "del testimone", una sorta di "guardarsi da fuori, vedersi da fuori se stessi" (tradizione risalente al buddhismo tibetano…)di qui il riferimento al mantra "io non esisto" che trae origine da scuole sciamaniche molto antiche, tradizione ultimamente ripresa da Selene Calloni e alla base dello Yoga Sciamanico di cui mi professo neofita praticante…***

  15. Simona ha detto:

    Rispetto il tuo stato d’animo Sergio e mi permetto di rimanere in qualche modo in tema…IL SUNTRA DEL CUOREO Shariputra, la forma è vuoto il vuoto è forma. La forma altro non è che vuoto, il vuoto altro non è che forma." "O Shariputra, tutto ciò che esiste è espressione del vuoto; non è nato nè distrutto, nè macchiato, nè puro, senza perdita e senza guadagno. Poiché nel vuoto non c’è forma, nè sensazione, concetto, distinzione, consapevolezza. Non occhio, nè orecchio, naso, lingua, corpo, mente. Non c’è colore nè suono, odore, gusto, tatto, nè alcuna realtà esistente …" "Non c’è il regno della vista, nè quello della coscienza. Non c’è ignoranza, nè fine dell’ignoranza, non c’è vecchiaia nè morte. / Non c’è sofferenza, nè causa o fine della sofferenza. Non c’è via, nè sapienza, nè accrescimento. Non c’è accrescimento, perché i Bodhisattva vivono nel perfetto intendimento, senza più alcun ostacolo alla mente; senza più ostacolo e dunque senza più paura. Molto al di là dei pensieri illusori, e questo è il Nirvana".E’ inteso che la natura del vuoto è essenzialmente positiva. Non è mancanza di alcunché, tutt’altro: é pienezza assoluta, ricchezza, abbondanza, gioia, pace, serenità. E’ il contrario di tutto.A presto.

  16. L✿ry ha detto:

    io dissento … Tu …sei Ciascuno di Noi … éBuona settimana Lory

  17. Mauro ha detto:

    hai cancellato un mio commento?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...