Unità d’Italia

 

ieri sera ho visto la fontana di Genova che guizzava in tricolore per il Presidente—

e Garibaldi con il mantellino rosso—

^^^

e oggi mi chiedo….

cosa significa oggi festeggiare l’Unità d’ Italia?

ha senso o è pura retorica populista?

e cosa significa sentirsi italiani?

penso alla Lega Nord, alla Mafia (non solo al Sud del Paese), alla corruzione della "classe" politica, ad io che da bambino venni istruito a modo per comprendere chi era "dei nostri" e chi no (dal Po in giù….), alla immagine che di noi hanno all’estero, ad una nazione che espone il tricolore solo per gli incontri di calcio, ad una didentità che pochi sanno onorare in maniera sana (non fanatica o opportunista)…

penso ai dieci anni che ho vissuto con una uniforme la cui base era il tricolore, al mio giuramento di fedeltà alla Repubblica, con il tricolare a fare da testimone, ai miei ventanni, agli ideali di allora….

penso a cosa saprò dire ai miei figli di questa Nazione, senza ipocrisia, senza buonismo….

e mi chiedo che cosa significhi per me festeggiare, oggi, un evento di 150 anni fa…. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

13 risposte a Unità d’Italia

  1. Paola ha detto:

    La festa della Repubblica è il 2 giugno.Oggi è il 5 maggio. Sito quirinale http://www.quirinale.it/Ciao Sergio, con un sorriso.

  2. sergio ha detto:

    grazie Paola,dovresti ormai sapere che per me le date sono meno rilevanti delle emozioni che gli eventi suscitano…questo post nasce dalla vista del nostro Presidente a Genova, non da speculazioni calendaristiche e scolastiche…http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2010/05/04/visualizza_new.html_1788548101.htmlcon un sorriso….

  3. Paola ha detto:

    Non cambi mai. So che era riferito alla visita del Presidente, difatti ho messo il sito proprio per farti capire che non era quello che volevo intendere.Ma tu come al solito…. sei frettoloso e suscettibile…Ma va bene così..

  4. evanescente ha detto:

    Io non ho dubbi…fosse solo per il rispetto che porto verso chi ha voluto fermamente questa unità…Poi mi chiedo…come è possibile, si parla tanto di Europa unita e vogliamo di nuovo l’Italia a pezzettini…non so…spero che molti la pensino ancora come me,anche se a differenza nostra che un pò di storia sulle guerre di indipendenza la conosciamo…oggi alla scuola primaria mi pare che si studiano solo i Romani…

  5. Sonja ha detto:

    Stamane mentre con il binocolo osservavo dal terrazzo di casa quanto succedeva a Quarto, ascoltavo alla tv i vari commenti e discorsi a partire dai cenni storici che ho trovato un ottimo ripasso scolastico e poi i vari discorsi delle Autorità e dei Politici intervenuti.Sono passati 150 anni da quella partenza e tante cose sono cambiate, non sempre in meglio e le ultime cronache ne sono l’esempio lampante.Io sono rimasta una delle ‘ultime romantiche’ che ancora si emozionano a vedere sventolare il tricolore e sono orgogliosa di dichiararmi italiana quando lavoro all’estero.Peccato però che, visto lo scenario politico attuale e tutte le ca*ate fatte dal Premier ultimamente la nostra immagine è ridicolizzata e ce ne vuole per ostentare indifferenza quando si divertono a provocarti sottolineando la situazione clownesca che si è venuta a creare.Cerco di inculcare a mia figlia i buoni insegnamenti che mi sono stati tramandati, ma se penso che da qui a non si sa quando fra Federalismo e altre bestiate fra cui lo stravolgimento della Costituzione la nostra Nazione diventerà un paciugo colossale.E il sacrificio di 150 anni fa rimarrà un punto sui libri di storia, tanto fra un pò grazie alla Gelmini che con i suoi tagli all’istruzione e alle ore di studio di certe materie farà crescere i nostri figli al pari dei somari.

  6. Brazir ha detto:

    Sono d’accordo con te. Che senso ha oggi? Tu hai messo una divisa per scelta, io proprio per rispettare la scelta di chi ci crede e non per l’obbligo di "regalare" un anno allo stato… ho fatto l’obiettore. Ma credo che il rispetto di fondo sia lo stesso.Io ho voluto "sentirmi utile" in quell’anno e penso di esserci riuscito.Mi emoziono ancora davanti ad un tricolore, anche se non ho abbracciato il fucile e giurato su quel tricolore.Pero’ spesso, molto spesso, quel tricolore viene infangato e allora vigliaccamente magari meglio sentirsi cittadini d’Europa o del mondo.. come se cambiasse qualcosa.

  7. ∞ Chimonanthus ∞ ha detto:

    La mia Italia è diversa…mah!Che depressione!!!;)))

  8. Mauro ha detto:

    Significa che noi italiani arriviamo sempre in ritardo rispetto agli altri, anche a realizzare l’unità del Paese.

  9. ariel ha detto:

    quando vado in giro e mi chiedono se sono italiana io rispondo sempre SI’!con un certo orgoglio…questa nazione e’meravigliosa ed io mi sento fiera di appartenervi nonostante il nonostante….che vuoi farci e’cosi’!!!:-)

  10. Marta ha detto:

    Secondo me non ha senso festeggiarla oggi. l’Italia non è unita. C’è chi si batte per dividerla. Chi crea giochi online per abbattere i non italiani. Lo stesso che poi compare nelle liste. Anche io come Ariel non mi vergogno affatto di essere italiana, l’Italia è un Paese bellissimo. Ma purtroppo non posso dire che sia unito , non di quella unione per cui si è sempre festeggiato.

  11. mara ha detto:

    Io sono molto fiera di essere italiana, nutro un profondo senso di riconoscenza verso tutti i protagonisti del Risorgimento… tuttavia, gli anni di studi sociologici mi hanno fatto capire che (a parte la politica) il federalismo serve, non a dividere l’Italia, ma a renderla più uguale, a combattere proprio la corruzione, il malgoverno e le ingistizie presenti sul nostro territorio (che bisogna ammetterlo è presente sopratutto nel mio amato Sud), seguendo l’esempio delle grandi nazioni europee. E tutti coloro che non fanno opposizione ideologica, hanno affermato che è la scelta corretta (in una facoltà assolutamente di sinistra come la mia, la mia tesi sulla necessità del federalismo sanitario ha trovato l’appoggio di tutta la commissione!)Il vero motivo per cui non siamo patriottici non è nel presente, ma nel passato (fascismo in testa, ma anche ancor prima)… siamo un caso di studio, proprio perchè saimo l’unico popolo ben disposto ad auto-scredititarsi!!

  12. maria rosaria ha detto:

    Forse perchè sono appena rientrata dall’estero dove, nel mio piccolo rappresentavo l’Italia, ma sono stata (e sono) così orgogliosa di essere italiana e di notare come tutti mi/ci stimavano…è bellissimo ogni tanto venire smentiti (riferimento ad altri pensieri scritti da recente nel mio blog…).Ciao 🙂

  13. Flavia ha detto:

    Da quando l’8 Marzo in un’iniziativa promossa dall’Arci ho conosciuto la figura di Teresa Mattei, una delle "mamme" della costituzione, queste date importanti che ricordano l’unità nazionale o gli orrori, le vivo ricordando più che festeggiando. Mi ha colpito il suo saluto in un’intervista telefonica: Siamo tutti cittadini, meritiamoci di esserlo!Il 25 Aprile distribuivo quiz sulla conoscenza della storia della resistenza, per il 2 giugno parteciperò ad incontri formativi sulla storia della costituzione. Perchè io ignoro molte cose…E voglio meritarmi di essere italiana, per onorare il sacrificio dei nostri avi…Uomini, donne, bambini…C’è chi non merita di essere cittadino, e pure ci rappresenta…ma questo lo vediamo ogni giorno…Ecco perchè all’estero siamo quelli che sventolano il tricolore e basta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...