se togli

 
se togli
 
le quintalate di luoghi comuni (che a te paiono tanto originali),
 
le maree di nozioni che hai ingurgitato negli anni (sino a convincerti che quel nozionismo fosse sinonimo di conoscenza),
 
le tue richieste di approvazione (soprattutto quelle non esplicite),
 
la supponenza nel giudicare le cose da semplici indizi,
 
la arroganza nel trattare gli altri perchè non si metta in discussione il tuo potere personale,
 
se togli tutto questo, dico,
 
di te, di orginale di te, di davvero tuo, cosa rimane?
 
  
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

27 risposte a se togli

  1. Rebecca ha detto:

    Ciao Sergio, questo si che una bella domanda, dovevo pensare forse rimane l’uomo del inizio dei tempi, libero di pregiudizio e egoismo, come un neonato solo nella forma adulta, se tutta l’umanità vengono tolti questi vizi, forse sarebbe un nuovo inizio per l’umanità. Albert Einstein disse una volta: La modernità ha fallito. Bisogna costruire un nuovo umanesimo, altrimenti il pianeta non si salva. Buona giornata da Pif ☀Rebecca

  2. ReS ha detto:

    Stai parlando a te stesso?

  3. Carlo ha detto:

    A volte è sinonimo di crescita, fare un auto esame di coscienza.Buona Pasqua.Da Carlo.

  4. ReS ha detto:

    Dimenticavo: Buona Pasqua da ReS 🙂

  5. gabriella ha detto:

    mi rimane la sensibilità e l’intelligenza per poter scegliere e valutare.L’arroganza e la presunzione non sò cosa sia la cultura quella con la C. maiuscola ne sento la mancanza Buona pasqua auguri a tutta la tua famiglia

  6. evanescente ha detto:

    La semplicità e la spontaneità…buona giornata…

  7. Cinzia ha detto:

    (nozionismo fosse sinonimo di conoscenza), grande pericolo. Sempre dietro l’angolo… con le nozioni ci si sente arrivati. Mai sentirsi arrivati in un luogo o si è perduti. Ti abbraccio forte.Cosa resta? TU

  8. silvia ha detto:

    Bellissimo e sorprendente post……..scusa per l’intrusione.

  9. spiralisegrete ha detto:

    …c’é una cosa di cui puoi dire: "questa l’ho fatta esclusivamente per gli altri"? se c’é questo é quello che rimane e rimarrà di te…

  10. Emanuela ha detto:

    Le sensazioni, le emozioni, io esisto in tutto ciò che ho donato.Questo rimane.Un abbraccio

  11. ... Elisachecorrecoilupi ha detto:

    l’essenza ….che poi è la cosa che conta davvero …serena pasqua Sergio ….sorriso …elisa ..la roccia 😉

  12. Brazir ha detto:

    l’anima.

  13. FORSE ha detto:

    non lo so,ma più che altro perchè anche se mi piace il post……….non mi ci riconosco quasi per niente.ciao sergio ………….sergio

  14. Carrie ha detto:

    Noi siamo anche l’ambiente che ci ha plasmato…..a volte siamo anche i pregiudizi e peconcetti che ci siamo portati dietro….ma togliendo qualcosa e mettendo ando ci possiamo scoprire modificare stupire ogni volta…. :)ps: ma sei tu?

  15. Carrie ha detto:

    ando = altro

  16. maria rosaria ha detto:

    e chi lo sa…spero parecchio…perchè se togli tutto questo, rimane l’essenza. Quanto, però,l’essenza sia stata coperta e nascosta e influenzata dai luoghi comuni, dalla supponenza, dall’arroganza, ecc…forse non sta a noi stessi dirlo quanto alle persone che ci vivono accanto e che restano al nostro fianco proprio per la nostra essenza di persona.Serena Pasqua a te e alla tua famigliaciaoMaria Rosaria

  17. ariel ha detto:

    le squame…:-)

  18. py ha detto:

    di originale….niente…dalla descrizione che fai…io vedo una persona che crede di essere e invece non è…

  19. Amelie ha detto:

    rimane la foto-o immagine dove altri ti vedono perquello che non è——————ma solo tu saicosa èquello che non si vede..kiss:)

  20. sergio ha detto:

    vero, Anna: agli altri di noi rimane una immagine che è altro da chi sappiamo di essere—

  21. Dora ha detto:

    ….il modo di danzare ed il raccolto…….:-)

  22. sergio ha detto:

    sarà che nello Sivaismo il mondo è concepito come una sorta di generazione di una Danza orgiastica di Siva—sarà che la Danza, come la vivo io, è uno strumento di trance per raggiungere stati alterati di coscienza (per tramite, anche del ritmo del tamburo sciamanico…)insomma—- danza e raccolto possono avere più valenze, più significati—

  23. ∞ Chimonanthus ∞ ha detto:

    Silenzio..un sano, salutare, intelligente, meritato,espressivo silenzio,carico di me.

  24. sergio ha detto:

    bello quanto dici, Laura—è che al silenzio pochi sanno dare ascolto, credendo che l’abbondanza di parole possa compensare una assenza di significato…ma tu prendi ad esempio certi mistici….che da un certo punto in avanti non parlano più….cosa avrebbero da comunicare, di fatti?tu credi di potere tradurre in parole certe sensazioni, certi barlumi di Luce?sì?

  25. ∞ Chimonanthus ∞ ha detto:

    Caro Sergio, sebbene io faccia uso e disuso delle parolecredo che nessuna di esse possa tradurre la luce di un silenzio, forse alcune ne tracciano il confine.Non essendo però un’Illuminata mi avvalgo di ciò che posseggo;))) e di sovente integro alle parole quanto hai sopra elencato senza risparmiarmi in nulla…per un certo verso non ho mai creduto nell’originalità dell’individuo…troppe caratteristiche accomunano la specie;))

  26. Edoardo ha detto:

    Un bruco che bruca?

  27. Sonja ha detto:

    Il mio essere comunque me stessa anche se non dico niente, a volte bastano un gesto, uno sguardo e null’altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...