lascia che io ti intrattenga

 

in questa burrasca di caldo da termosifone di ufficio (primo piano rialzato)

 

nei tuoi silenzi dopo anni di relazione in cui ti chiedi come uscirne (senza vedere uscita)

 

in uno spazio di proiezioni in cui tutto è reale poichè tutto è (appunto) irreale

 

quando l’intrattenimento è realtà e la realtà è intrattenimento all’irreale

 

in un frusciare di allusioni, adulazioni mai ammesse, applausi scroscianti, lodi e insulti di cui sentirsi tanto lusingati

 

come in uno spot pubblicitario da sedici secondi netti ("effetto sorpresa")

 

cosa ti costa, poi?

   

 

"si sopravvive a tutto per innamorarsi"

(Pasquale Panella)

  

 

(e illudersi di farlo costa molto meno———————)

 

 

 

 

 

(illusione ottica)

 

 

 

 

 

 

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a lascia che io ti intrattenga

  1. bisbetica ha detto:

    sorrido :-)sorrido per Panella e sorrido per il concetto di innamoramento espresso qui: un gioco, un bisogno… quindi come ho sempre affermato io: decidiamo quando innamorarci o fingere di innamorarci.abbiamo uno spasmodico bisogno d’amore, di incontro, empatia, unione ed in mancanza forziamo le emozioni affinchè somiglino al vero, cadiamo anche nell’autoinganno pur di godere di quei momenti di "eccitazione" che il pensiero di un amore (minuscolo) sa regalarci. è energia che andiamo cercando fuori di noi. e forse un po’ di sogno e d’abbandono.sono in piena fase del "tutto è lecito" a condizione di essere in grado, come da sempre blatero, di dare il nome corretto alle emozioni.

  2. bisbetica ha detto:

    stavo ascoltando questa, pare perfetta per questo post:Il motore del sentimento umano non lascia indirizzo né traccia cara la mia bella faccia da straniera e per di più l’amore che si finge è tutto seme di gatto lacrime e saliva leggera. Tu sei così bella che dovresti scappare subito partire ora che profumi di cose vive e di buono c’è musica dura intorno per certi angeli e perfino per te. Che vengo al tuo santuario come uno di quei ragazzi da marciapiede che la notte si domandano la trama del cielo coi loro occhi abituati al buio dei viali vuoti. Siamo stanchi d’aver mentito e dove lontano vivo le carezze guariscono ogni male spediscimi le parole che ti dovrei dire e giuro che le imparerò. Che tempo è questo che tempo che strada e che ora del giorno è. E quali parole servono oggi a chi non sa scrivere che lettere d’amore quali passi di poeti e loro piogge e solitudini piegherebbero il tuo sguardo e il tuo tempo ancora verso me. Il motore del sentimento umano non lascia indirizzo né traccia non lascia indirizzo né traccia – Ivano Fossati –

  3. sergio ha detto:

    la persona a cui sono indirizzate queste parole sa e comprende.

  4. silvia ha detto:

    L’amore, quello reale, non è mai un illusione……può non essere corrisposto perchè non si decide con la ragione di chi, quando e come innamorarsi……lo si fà e basta….anche se è sbagliato….anche se si sà che non porterà a niente. La fortuna più grande è quando viene corrisposto e quando i nostri sentimenti vengono ricambiati….ma non capita così spesso come si vorrebbe. In qualsiasi caso non ci si illude di amare……caso mai di essere amati ma questo è un altro discorso.

  5. bisbetica ha detto:

    senza alcuna intenzione polemica Silvia :-)sono solo una testardissima donna ed ovviamente scrivo per la mia esperienza senza alcuna presunzione che si tratti di verità, se c’è una cosa di cui mi sento fiera è non aver certezze…sono dell’idea che l’Amore sia sempre e solo di due, uno scambio continuo, un reciproco darsi in totalità.Usando le parole ed i concetti del libro che ho sul comodino in questi giorni direi che l’Amore è l’incontro con l’Altra parte di sè ed in quel caso non è possibile che sia unilaterale. Non per niente quando l’Amore è corrisposto ci si sente "a casa"; in effetti è un ritorno, una ricongiunzione.se amo solo io, certamente sto provando un’emozione ed un sentimento, ma sono sola, non vi è quel flusso di scambio… sto davvero parlando d’Amore? non sto forse proiettando sull’altro il mio desiderio?io sono innamorata del nulla se l’Altro non rispondesono innamorata di me stessa e dell’amorema non è Amore: l’Amore trova sempre la via.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...