L’imbarazzato (Massimo Gramellini)

 
Salve, faccio parte della tribù quasi estinta degli Imbarazzati. Il tipico asociale che sul treno, appena il telefono comincia a vibrare, si alza di scatto ed esce in corridoio a biascicar parole a mezz’asta. Poi rientro nello scompartimento per ascoltare le conversazioni degli altri. Conversazioni squillanti e istruttive, concluse dalla nuova formula di congedo vagamente cinese: «cia-ciao». Apprendo dalla viva voce della signora accanto al finestrino che sua figlia è stata respinta a un esame per aver copiato il compito sbagliato: succede. Apprendo dalla vicina di posto che sua sorella ha problemi di dissenteria, e la cosa mi addolora, anche perché starei mangiando un panino. Apprendo che la moglie del mio dirimpettaio si è scordata di fare la spesa e la grave mancanza innesca un litigio coniugale sui massimi sistemi, tale da comportare una interruzione momentanea delle comunicazioni. Lei richiama, lui lascia trillare a lungo (ha la suoneria dei «tre piccoli porcellin», lo giuro) e infine risponde. Pace fatta, per la soddisfazione di tutti i passeggeri. Il mio telefono torna proditoriamente a vibrare e scappo in corridoio. «Perché va fuori a parlare?», commentano alle mie spalle. «Non vorrà che ascoltiamo quel che dice».

Sì, lo ammetto, anche quello. Però non solo quello. C’è il timore di infastidire il prossimo e – si potrà dire? – un po’ di vergogna: cascami di maleducazione familiare che purtroppo trent’anni di tv-verità non sono ancora riusciti a debellare. Questo vorrei rispondere al signore dei tre piccoli porcellin. Ma quando rientro nello scompartimento sta urlando al telefono.

 
 
 
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

9 risposte a L’imbarazzato (Massimo Gramellini)

  1. ariel ha detto:

    morale?qualsiasi cosa eo come tu la faccia non va mai bene!!!:-DDD

  2. ... elisazingarafelice ha detto:

    Viaggio in treno ogni giorno …e capisco benissimo Gramellini ….mi sorbisco di tutto e di piu’ …. e che palle …io nn arrivo al punto di uscire, anche xke sui treni dei pendolariche frequento io se ti alzi mezzo secondo in 4 almeno si tuffanosul sedile … ma sicuramente parlo a bassa voce …e, infiine, meglio la suoneria dei 3 porcellini,che qll mi è capitato di sentire qualche giorno fa …giovinezza …e pure in tonalita’ ascendente buona giornata Sergio e buon wekend …ùelisa

  3. Mauro ha detto:

    sono l’unico che in treno o durante un convegno o in una sala d’aspetto spegne il proprio cellulare, per evitare l’imbarazzo….

  4. Dora ha detto:

    Rido……a me queste situazioni capitano spesso, ma non riesco mai a pormi dalla parte dell’educata e di chi ha pazienza, anzi credo che nel mio DNA manchi qualcosa ahaahahha….e mi chiedo: ma perchè tutti riescono a parlare di tutto, liberamente e trattono quei problemini quotidiani come argomenti essenziali e importanti della vita con molto interesse senza annoiarsi, ripetendosi……mentre io alla seconda battuta già mi addormento? bòòòòòòòòòòòòò…….Beati loro che si accontentano di così poco…..ops….ed io che sono?…non beata??? O.O Sergioooooooooooooooooooooo che dilemma!!!!Ti abbraccio

  5. spiralisegrete ha detto:

    Anni di trasmissioni televisive sguaiate, il linguaggio scurrile rovesciato addosso alle famiglie, genitori impotenti e conniventi, sciatteria e disordine dell’abbigliamento cme malintesa forma di ribellione – a un mio nipote che si veste come un rapper ho detto: sei un povero stupido senza utenticità perchè i vestiti te li compra tuo padre, non vai a rubarli nel Bronx – ci hanno regalato una spudoratezza di massa che il sostrato di illegalismi, violenze, bullismi e di un cattivo gusto che sta sostituendo lentamente ma inesorabilmente l’immagine degli italiani nel mondo: da brava gente a gente alla puttanesca…

  6. mara ha detto:

    Lo ammetto, io sono una della tribù opposta, una di quelle che passa i 40 minuti di viaggio (se tutto va bene) al cellulare, parlado però a voce bassa ed utilizzando giri di parole immensi per evitare termini poco graditi ad evenutali vicini…ma c’è di molto peggio, se posso aggiungere a mia difesa, ad esempio quelli che, appoggiano i loro piedi sudati o i loro scarponi, a seconda della stagione, sui sedili, e non si tratta solo di adolescenti, ma anche di gente adulta…non parliamo poi dei turisti…

  7. silvia ha detto:

    Alla fine è sempre questione di rispetto…..quella cosa strana e sconosciuta ormai in disuso. Ciao Sergio, ti auguro una buona giornata!

  8. maria rosaria ha detto:

    eh…Gramellini…attento osservatore della "civilizzata" vita modernasull’uso dei telefonini ci vorrebbe un vero e proprio galateo ( ma già c’è!!!!, solo che è sconosciuto ai più…)imbarazzo…ascolta questa:sala d’attesa di un chirurgo: lo studio è una camera attigua e sulla parete divisoria delle due stanze c’è una grande finestra di luce con vetri sempre aperti. La scrivania del giovane e bravo chirurgo è a ridosso di questa parete e lui ha un bel vocione.La sala è affollata, ci sono 7 persone prima di me, sono la penultima, ci sarà d’aspettare ma almeno so che solo una signora (l’ultima) saprà tutto sulla mia visita. Io, mio malgrado, so che il primo paziente ha un’ernia inguinale, la seconda una cisti ovarica e non vuole operarsi, la terza deve prendere antibiotici per 12 giorni, il quarto…Imbarazzo? Sì, faccio parte della schiera non del tutto estintaM.R.

  9. Cayenna ha detto:

    Non viaggio più in treno da quando frequentavo i geometri. Ormai + di 30 anni fa.Ma se allora non c’era il cellulare da quello che leggo è cambiato poco: la mancanza di rispetto verso l’altro. L’altro inteso come Entità completa.E la mancanza di rispetto non si limita solo al viaggio in treno ma è quotidianamente presente e il più delle volte viene interpretata, in maniera totalmente sbagliata,, come carattere. Come siamo messi maleCAyenna

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...