non conta l’insegnante, conta l’insegnamento…

 

mi rimbomba in testa questa cosa che ho letto…

è a proposito delle nefandezze del Guru di turno, famoso a livello mondiale, attorniato da giovinette occidentali desiderose di "illuminazione" e quindi disponibili a fare parte del suo privato harem, pur di vivere al fianco di un "Buddha in vita"…

 

ho letto diversi libri di questa persona e ogni volta ne ho diramato passi, brani…in maniera entusiasta, sinceramente commosso dalla arguzia e profondità semplice-bambina di certe sue intuizioni…

(sul comodino a fianco al letto ho un suo testo che ho riletto non so quante volte…)

 

non che mi crolli il "mito", so perfettamente che siamo tutti uomini con desideri e voglie, ci mancherebbe…

certo anche che certe figure sono sottoposte a maggiori attenzioni e adulazioni da parte di "discepoli" o altri…

 

insomma…

mi è venuta in mente questa cosa per cui non conta l’insegnante ma l’insegnamento…

 

certo non è semplice scindere le due cose…

 

coerenza?

doppia personalità?

plagio?

 

va bè…

era per dire…

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

16 risposte a non conta l’insegnante, conta l’insegnamento…

  1. Brazir ha detto:

    non sempre chi predica bene, razzola nello stesso modo.Son concorde con te. L’insegnamento deve andare oltre.

  2. py ha detto:

    non ho mai preso in considerazione i GURU….forse per sentito dire, per mancanza di approfondimento da parte mia….ho sempre considerato il loro insegnamento come un plagio….e non mi sono mai stati simpatici…ma….come mai ci si fa plagiare? è questa la domanda che mi sono sempre posta….

  3. Carlo ha detto:

    Conta L’Insegnamento e La coerenza dell’Insegnante!!Chi predica bene e poi razzola male..mi sa che tanta importanza non VALE! Buona serata da Carlo.

  4. MARIA ha detto:

    secondo me ,dato che sono professoressa ,posso dire una cosa ,,,conta questo …un’ insegnante bravo che da la sua forza ,sapere e amore durante il suo insegno di uno modo di corettezza e pura conoscenza ,e cosi tutto il risulto mica che sara meno di un miracolo….dolce pomeriggio sergio

  5. Brazir ha detto:

    Non sono d’accrodo con Carlo.L’insegnante non e’ infallibile. Puo’ sbagliare. L’importante e’ che faccia bene "il suo", come dice Maria.

  6. antonella ha detto:

    Non sono d’accordo. Soprattutto in questo campo conta sia l’insegnante che l’insegnamento. Certo che siamo umani, con i nostri errori e incoerenze, ma questi guru , diciamo non tanto coerenti, hanno la responsabilità su centinaia di adepti, sulle loro menti, sulle loro emozioni. Si fanno idolatrare come se fossero degli Illuminati e invece altrochè illuminazione! Parecchi sono dei truffatori, ingannatori. Vivono da nababbi, girano con macchinoni e spesso hanno guai con la giustizia, mentre ai propri allievi predicano l’Armonia, il Vuoto, il Sè UniversaleNon tutto è oro quel che riluce ed è necessario , in questi campi, avere sempre un approccio critico, un pò ironico, distaccato Dall’altra parte ci sono coloro che per motivazioni personali si fanno attrarre da questi tizi, li considerano infallibili, pendono dalle loro labbra. L’idolatria è dannosa per un percorso interiore, perchè si diventa guru dipendenti. E invece il vero guru siamo noi, è dentro di noi e ognuno trova il suo percorso personale e il guru serio, che vive in modo saggio ed essenziale, spesso in solitudine,in silenzio, aiuta l’allievo a raggiungere questa consapevolezza. ciao

  7. sergio ha detto:

    per la cronaca "guru", letteralmente, dal sanscrito, è colui che porta alla luce il proprio discepolo…una metafora molto simbolica…concordo con antonella: i rischi di seguire le tracce di altri possono da una parte darci un senso di "tranquillità" che però evita di prenderci la responsabilità di fare il nostro percorso personale…il vero guru è in noi, vero…SAMASATA è un bellissimo mantra Buddhista che sottointende "il Buddha è in te"…

  8. Annadigiugno ha detto:

    Se ti fai latore di un insegnamento dovresti essere il primo a seguirne le indicazioni…non si insegna anche con l’esempio?Ma spesso questi uomini, ricoperti di fama di potere non resistono alla tentazine di usarlo per se stessi…non sono veri insegnanti, non sono "maestri illuminati" sono solo uomini. A grande potre si deve rispodere con grande responabilità credo e penso.Ho letto da Amelie che citavi Gurdjeff…hai letto anche Frammenti d un insegnamento sconosciuto di Ouspensky?…

  9. Alessandrina ha detto:

    Non è questione di doppia personalità, plagio od altro, ma semplicemente che spesso chi predica bene, razzola male. Mi spiego meglio: ognuno di noi nella quotidianità compie errori che sa benissimo essere tali ma non per questo riesce ad evitarli o a non cadere nella tentazione… Perchè questo non deve valere anche per persone + elevate??? Sono sempre essere umani… e più in alto si sale, più lo scivolone si fa pericoloso. A quanto pare questo individuo conosce molto bene la teoria, ora deve esercitarsi ad applicarla. E allora sì che non sarà solo un uomo conoscente, bensì un illuminato! Nel frattempo di per sè, il concetto che diffonde rimane comunque valido, anche se non è lui il primo ad applicarlo. 2+2 fa sempre 4, anche se qualche insegnante in privato si sbaglia e scrive 5.. no??? Questo non toglie che esistono "guru" che agiscono come descritto da Antonella, però attenzione! Per alcuni il guru è rappresentato da se stessi, per altri invece èa ddormentato ed hanno bisogno di una voce esterna che li educhi ad ascoltarlo ed a risvegliarlo.. La strada della conoscenza è diversa per ognuno di noi. Per concludere, chi si prende l’onere di insegnare dovrebbe seguire il precetto di Socrate: "I giovani non sono vasi da riempire, ma fiaccole da accendere".*Ale*

  10. giovanna ha detto:

    non mi piace chi plagia le persone o chi si erge a grande senza esserlo Sò che serve una persona o un qualcosa da seguire ma deve sempre esserci un lato aperto per il dubbio che possa esserci anche un’altra veritàBuon pomeriggio

  11. maria rosaria ha detto:

    conta l’insegnamento e conta chi te lo insegna. Non è semplice scindere le due cose perchè sono inscindibili. non puoi predicare bene e razzolare male, puoi predicare bene e razzolare non tanto male (semmai) o puoi semplicemente non predicare.A volte puoi trovare delle attenuanti, certo, puoi iniziare un discorso che è più grande di te e alla fine non riesci a starci dietro proprio tu che lo avevi avviato: questo succede e capita di deludere se stessi. Ma se sei un "guru", se cioè sei responsabile di migliaia di persone, di adepti che credono in te, che seguono ogni tuo gesto, ogni tua parola, ogni tuo esempio, ecco, se sei questo, se sei arrivato a questo, non puoi permetterti di razzolare male altrimenti sei solo un falso truffatore.Troppo spietata? Forse.

  12. sergio ha detto:

    martedì sera mi è stato detto che il vero Maestro1) ha la capacità di creare altri Maestri (suoi fratelli e non suoi sudditi…)2) si astiene dall’uso del proprio potere (umiltà….)a fagiolo…

  13. Carlo ha detto:

    Un Maestro insegna quello che sà ed apre spiragli su quello che sarà..Un Allievo accoglie l’insegnamento e a volte apre quella porta e di sapere spalanca il firmamento!..A volte l’allievo supera il maestro.Buon Giorno da Carlo.

  14. ficatigna ha detto:

    Indubbiamente conta l’insegnamento. Ma la coerenza anche 😀

  15. Luciana ha detto:

    Neanche io sono daccordo.Occorre l’abbinamento delle due cose.Poi, ognuno ha la sua capacità di recepire gli insegnamenti………in modo diverso.Buona giornata, Luciana.

  16. Amelie ha detto:

    Ma sergio credo che prima di diventare maestridi qualsiasi cosasi sia dovuti essereGrandi Allievi-avere avuto questo grande donodel sapere..e conoscereo capaci di essere quello che si eattraverso lezioni.studiun kiss.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...