Emily Dickinson

 
 

 
 
 
(333)
 
L’erba ha così poco da fare –
una sfera di semplice verde –
con solo farfalle da meditare
e api da intrattenere –
 
e dondolarsi di giorno su motivi gradevoli
che portano brezze passeggere –
e tenere il sole nel proprio grembo
e inchinarsi a tutto –
 
e infilare la rugiada, di notte, come perle –
e farsi così fine
che una duchessa sarebbe troppo comune
per essere degna di un cenno –
 
e persino quando muore – passare
in odori così divini –
come spezie umili, messe a dormire –
o nardo, nel perire –
 
e poi dimorare in fienili sovrani –
e sognare mentre i giorni passano,
l’erba ha così poco da fare
mi piacerebbe essere il fieno!
 
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Emily Dickinson

  1. Carlo ha detto:

    Ogni cosa ha il suo ruolo…Se potesse sognare l’erba invidierebbe l’uomo…Dicendo che noia la vita…nascere e crescere per essere tagliati e ruminati…Potessi vivere come UOMO e creare ed Amare e scrivere e saltare..e pensare..fino a raggiungere un’ esistenza piena.Ma questi sono solo pensieri miei.Buon Week end da Carlo.

  2. ReS ha detto:

    Versi bellissimi….. ottima scelta Sergio!Adoro la Dickinson…un personaggio davvero particolare, di una spiritualità intensa pur nella sua semplicità di linguaggio.Emily viveva in isolamento perenne nella casa del padre non per paura del mondo ma per un estremo bisogno di concentrarsi nel suo mondo interiore e nella Natura, come rappresentazione di uno spettacolo che allude all’Altrove…..Una continua meditazione……

  3. sergio ha detto:

    questa raccolta di poesie della Dickinson è strepitosa, ognuna a modo suo è uno spaccato di Vita che ti entra dentro per la sua capacità intimista e descrittiva…praticamente dovrei postarle tutte da quanto sono belle…questa in particolare mi pare un invito alla accettazione, alla calma, alla serenità, ad accogliere la Vita come avvine per l’erba, a "farsi-vivere-addosso-le-cose"…a me trasmette molta serenità…anche l’idea di morire e riposarsi eternamente in un fienile odoroso di buono…molto suggestiva, davvero.

  4. JACKMAX ha detto:

    DEVO DIRE CHE SE POPONI E PROPAGHI QUALCOSA O QUALCUNO….NON SEI UN SEQUENZIALE COME..ALTRI..DICIAMO COSI..CHE LI SNOCCIOLANO QUOTIDIAìNAMENTE COME UN OROSCOPO COPIA INCOLLA DI WIKI…E POI TIRI FUORI PEPITE..QUESTA è UNA CHE FA VGENIR VOGLIA DEL SEGUITO AD ESEMPIO…ANDRò ARICORDARE E ILLUMINARMI ANCORA..

  5. antonella ha detto:

    bellissima e delicatissima, molto spirituale la Dickinsonogni cosa, ogni essere ha la sua poesia, la sua bellezza, il suo canto. Tutto, nella natura, nell’esistenza, ha un significato.l’erba non si affanna, non fa altro che quello che deve fare, seguendo la legge della natura, per questo è così ricca e piena.L’erba ha già in sè, nel fatto stesso di esistere a suo modo e hic et nunc, la sua Verità…E lo stesso è per noi uomini anche se noi non sempre ne abbiamo consapevoloezzaSi anche a me infonde serenità, dolcezza e armonia.buona giornata

  6. sergio ha detto:

    a parte la quasi "mitologia" che aleggia attorno alla vita privata della Signorina Dickinson (mai sposatasi…), quello che più conta, credo, sia la sua capacità di utilizzare la poesia su soggetti apparentemente banali-passivi, come l’erba appunto, e, in una sorta di animismo ancestrale, renderli metafore di Altro, non credo necessariamente un ipotetico "Dio" (dalla quale lei in vita restò ben lontana, almeno dalla osservanza domenicale, di proposito…)…resta la vita di una Donna che ha creduto nel suo mondo "parallelo" a discapito di successo e fama (giunti quando non più in vita, ovvio…)

  7. ... elisazingarafelice ha detto:

    Ero una ragazzina quando rimasi folgorata da una strofa della Dickinson che all’incirca recita così :che l’amore è tutto è tutto quello che sappiamo dell’amore …semplice… essenziale..direi quasi minimalista ….ma racchiude l’essenza dell’amore …da allora le sue poesie e quelle di Neruda …. (molto diverse …piu’ passionali e sanguigne ma sempre di una bellezza che accarezza e graffia l’anima …)sono state compagne di viaggio per la vita ….Per quanto riguarda cio’ che hai scritto da me non posso che essere d’accordo …nella mia vita ho sempre cercato di andare e lasciare andare al momento giusto …perchje’ cmq ogni cosa che succede ha un senso nell’armonia universale …forse x questo come il suonatore Jones di Fabrizio de Andrè posso dire"ricordi tanti e nemmeno un rimpianto ………"Un sorriso … e buon pomeriggio … a presto ..elisa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...