e r o e

Ci si dimentica sempre che un eroe è un uomo, soltanto un uomo, e che resistere a una tirannia, subire sevizie, languire per anni in una cella senz’aria né luce è a volte più facile che battersi nell’equivoco e nelle lusinghe della normalità.

 Oriana Fallaci

 

 

di Luisella Carretta

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a e r o e

  1. Brazir ha detto:

    Ribaltamento dell’eroe?O semplicemente consapevolezza di quello che si e’?Condivido che e’ piu’ eroe chi eroe non e’.

  2. Carlo ha detto:

    Un Eroe è chi per un ideale, da tutto se stesso senza badare perfino alla morte.Un codardo è chi si nasconde o sceglie vie di comodo, per dire ed io cosa ci posso fare?Buon Pomeriggio da Carlo

  3. py ha detto:

    pienamente d’accordo….nel nostro piccolo siamo tutti un pò eroi

  4. ventodeldeserto ha detto:

    Oriana.. …..donna odiata……donna consumata nel suo scrivere realtà troppo spesso talmente vere, da essere accusata di infamia………sciocca società consumistica…………….Oriana era una grande donna……………………..il suo difetto? la Sincerità Sempre e comunque…………..E’ stata dimenticata dagli italiani……………peccato!vento

  5. ReS ha detto:

    Ciascuno di noi è un piccolo eroe e deve compiere il viaggio verso la sua Itaca……L’Odissea è il libro che racconta i percorsi interiori della vita come nessun altro …. e quali demoni dobbiamo incontrare….Calipso, il Ciclope, Circe, le Sirene sono i temi eterni……Il compito dell’eroe è andare verso il suo destiuno…realizzare se stesso.:-)

  6. sergio ha detto:

    mi pare ci sia molta confusione al riguardo della figura dell’eroe.di certo contribuisce non poco la televisione e da essa i vari sottoprodotti tipo giochi o testi vari destinati ai bambini di ogni età, con la sua lista di virtù che ci tocca ingerire già con il latte materno…a volte si ha pretesa di emulare tali figure, di osannarle, di farle divenire una sorta di divinità…altre volte sono la retorica dei politici o dei religiosi (non so quale sia la peggiore, confesso…) a fare il resto, con simbologie e ritualismi ad esaltare certe doti piuttosto che altre…credo che la maturità di ognuno di noi consista anche nel rendersi conto che l’eroe compie magari sì un gesto eccezionale, ma che è di certo più complesso "tirare la carretta tutti i giorni", restando in ombra, senza riconoscimenti, medaglie, ricompense, gloria, donnine compiacenti…allora ecco che si torna al punto di partenza, magari agli affetti familiari: ad esempio ricordo mio padre che andava a lavorare presto e tornava la sera tardi, piuttosto che mia madre che si dava da fare per crescere tre figli, o mia sorella che dopo avere interrotto bruscamente le superiori, anni dopo ha ripreso facendo un corso serale, appena uscita dal lavoro…i miei genitori sono nati agli alla fine degli anni trenta, per cui appartengono ad una genarazione "superata", che non si è adeguata all’incedere tecnologico, che aveva alla base dei valori precisi e che non sapeva cosa fosse "la moda"…ora mi pare che sia anche più facile fare confusione su ciò che un eroe è o rappresenta: accendi al TV ed hai duecento esempi contrastanti, una sovra-stimolazione…ascolti i TG o leggi i giornali e ti pare di essere in un eterno Colosseo di moderni gladiatori in doppiopetto…ti pare che chi riesce a "sopravvivere" in tutto questo abbia diritto, già per quello, ad essere addiatato come eroe…mi pare però che eroe ideali ora, più che in passato, non facciano più tanta rima…

  7. pani ha detto:

    parole sante. Gli eroi sono sempre personaggi silenziosi, vivono nell’ombra. Sono umili e non chiedono nulla. Tutti gli altri sono solo protagonisti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...