dove comincia tutto

 

Giu’ dove comincia tutto,

tra vecchie scatole e bicchieri rotti

Nei sottoscala, nelle condutture,

tra macchie d’umido e screpolature

 

In fondo agli occhi, dietro la vetrata,

lungo una strada ormai dimenticata

Per un passaggio, un vicolo segreto,

fino all’inizio, un po’ piu’ indietro..

 

Giu’dove si trova tutto

I tuoi singhiozzi, le sbucciature,

i guanti fradici a scavar la neve,

un solo soffio per le candele

 

E mi han trovato i tuoi capelli neri

seduto in cima a quella scalinata,

in quell’istante in cui si cambia forma,

in quell’istante in cui ti sei voltata

 

E andare a fondo prima di capire,

abbandonarsi e non risalire

Le braccia aperte senza un movimento,

guardando in alto senza un lamento

 

E andare a fuoco prima di capire

Soffocare senza tossire

in una notte che non tira vento

 

Giu’dove comincia tutto..

Stanze vuote, cassetti aperti

Una valigia impolverata al buio

In fondo a un cesto di panni sporchi

Nell’incoscienza dei miei giorni felici

Nel tuo sorriso sparso in mille pezzi

Nelle parole che non vanno a dormire

 

E andare a fondo prima di capire,

abbandonarsi e non risalire

Le braccia aperte senza un movimento,

guardando in alto senza un lamento

 

E andare a fuoco prima di capire

Soffocare senza tossire

in questa notte che non gira il vento

 

Giu’dove sei sempre stato

prima di alzare intorno una montagna

 

(di Pacifico)

 

 

questa foto la ho scatatta io il 27 febbraio, al concerto di Settimo Torinese, 

non è certamente di qualità eccelsa ma lo sono state le emozioni bellissime di quella serata

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a dove comincia tutto

  1. Carlo ha detto:

    Belle Parole…Non la conosco…Buon Week end da Carlo.

  2. Emilia ha detto:

    Non la conosco neppure io…ora mi hai fatto venire la curiosità di andare a sentirla.Vado e poi forse…torno! Buon fine settimana. :-))

  3. JعK ha detto:

    spesso sono andata a fuoco prima di comprendere..Che belle parole..Ma sei arrabbiato con me?Mi spiacerebbe,sai pur..Ti abbraccio-jacKy-

  4. Armonia ha detto:

    … le braccia aperte senza un movimento…… sbaglierò ad interpretare, sicuramente, lo spirito dell’artista, ma tale frase mi riporta ad "Aprire le Braccia verso il Cielo, in attesa di una Luce differente, in attesa di quella vera Luce che è capace di donare serenità… senza solitudine".Buona SerataArmonia

  5. YakkyMax ha detto:

    Cari Amici e Amiche,diamo per scontato che una quercia non può crescere sul davanzale della finestra e quindici vogliono radici sicure per grandi propositi.Occorre un orizzonte molto ampio per potere crescere indisturbatisenza rinunciare a tutti gli indispensabili e necessari piccoli passi.Buona Vita… Buon Cammino a Tutti…YakkyMax (il collezionista di attimi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...