piove

 
ecco uno scambio di mail e poesie con l’amica Grazia…
parte lei e mi lascia di stucco, subito, per la bellezza di quanto evoca…
e più ancora ha la delicatezza di leggere oltre le mie righe…
 
volevo condividere tanta BELLEZZA…
 
***

 

Piove,

sa di buoni rumori la casa

sola e immersa

nella notte profonda…

 

^^^

grazie, molto bella…

mi fai tornare ad una mia cosa in cui dicevo "venga la pioggia e dilavi quel senso di facile che ho attorno", una cosa così…

 

S

 

^^^

Come mi piace Venga la pioggia….
Sai il suono del tempo verbale cambia completamente l’immagine evocata e il dinamismo della scena…


Venga (che venga finalmente)
Venga (autorizzo questo evento)
Venga (lo attendo come una liberazione)

E dilavi quel senso di facile che ho intorno

Dilavi (appena + ricercato) che contiene in se il senso liberatorio del lavare e del farsi lavare cambiare tornare nuovo

Quel senso di facile = splendido

Poche parole per dire tutto…e per dire un tutto che a volte percepiamo come una lunga noia, come cellule depositate sulla superficie e che non affondano in noi…

Ma poi lo collochi – questo senso di facile – attorno a te
Lo sposti o lo guardi. Estraneo a te. E di cui diventi vittima o spettatore.

Bello davvero.
Complimenti: è tuo?

Grazia

 

^^^

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a piove

  1. angelica ha detto:

    CAVOLO LETTA NEL TUO MODO,
    INTERPRETANDO, PARAFRASANDO
    LA POESIA HA UN ALTRO SUONO…
    PIOVE…!
    QUANDO PIOVE E’ PER ME UN MOMENTO DI LIBERAZIONE, LO IPOTIZZO A ME QUANDO PIANGO,
    PERCHE’ MI LIBERO!!!!
     
    …Ascolta. Piove dalle nuvole sparse.Piove su le tamerici salmastre ed arse,piove su i pini scagliosi ed irti,piove su i mirti divini,su le ginestre fulgentidi fiori accolti,su i ginepri foltidi coccole aulenti,piove su i nostri voltisilvani,piove su le nostre mani ignude,su i nostri vestimenti leggieri,su i freschi pensieriche l’anima schiude novella,su la favola bellache ieri t’illuse, che oggi m’illude,o Ermione.Odi? La pioggia cade su la solitaria verduracon un crepitío che dura e varia nell’ariasecondo le fronde più rade, men rade.Ascolta. Risponde al pianto il cantodelle cicale che il pianto australenon impaura,nè il ciel cinerino…..(Gabrile D’annunzio)
     
    BUON WEEK SERGIO

  2. Beatrice ha detto:

    Incredibile come reinterpreti la poesia ^^
    Scusa se passo solo ora ma  in questi giorni ho avuto pochissimo tempo…
    grazie al cielo sembra che questo bel sole possa avere l’effetto dela tua pioggia! (amo follemente la piaggio, ma avevo bisogno di sole)
    un saluto
    Karonhisake

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...